azzurro solfato

 

 
Come Nubi Raccolte
 
 

Come Nubi Raccolte

Come nubi raccolte è un percorso danzato tra l’ombra e l’anima,
giocato con la geometria
dello spazio per trovare un posto dove poggiare il cuore;
con passi semplici e gesti leggeri come fogli di carta,
per collegare il corpo alla memoria di parole udite e mai più udite.
Le voci dei poeti prese in prestito si confondono con le nostre;
parole altrui per dire quello che non sappiamo dire
I loro pensieri negli abissi dei nostri cieli
e nello sporgersi di una tazza che ti viene a cercare...

Come nubi raccolte per ricordare Cesare Pavese
e quegli anni scarni ed essenziali
nei quali si regalavano foto e, a volte scritte dietro a queste, poesie
e ritornare a quell’istantanea sul comò piena di storia
che aspetta solo di essere guardata veramente per riprendere a vivere,
tra il tintinnio dei bicchieri e il sorriso bello di mia nonna appoggiata allo schienale della sedia...

e tornare alle parole, come a un corpo antico,
che non abbracciavamo più da tempo.
Come nubi raccolte per colorare di rosso
la dedica dietro a quella foto
e lasciare che le parole ci colpiscano e ci feriscano,
come un graffio sulla pelle che brucia a contatto con l’aria,
e pulsa di quel sentire umano che ci accomuna tutti,
alle prime luci dell’alba,
e niente più.

Ho lasciato cadere un ricordo
 forse è caduto in quel buco stretto,nel buco di una porta,

in quella porta ci ho messo le mani.
Toc, toc bussa, qualcuno suona. C’è nessuno?

 Io ti ascolto. Suona, suona il tuo canto stonato e irregolare.
Calmati, la mia mano è qui, abbandonati. Riposa. Toc, toc, eccomi, sono qui.

dove comincio io? dove finisci tu? Il vuoto che sento è dentro o è fuori?
e queste emozioni di chi sono? e da dove vengono?
Da me o da te? dal passato o dal presente?


accoglimi sotto il tuo ombrello, offrimi una tazza di the,
poi balliamo insieme al ritmo della pioggia e della musica.

Accompagnare una tazza in frantumi. Oggi potrebbe essere lunghissimo...

Di che colore è la tua anima? Di che colore sono i tuoi pensieri?
 Di cosa profuma il tuo cuore?
Di cosa sappiamo? Di azzurro, di seta , di grida.....
Una tazza, un corpo, toccare un’idea. Cercavo un punto, dimenticavo una virgola
.